Greenline – Processo Comparato

greenline_041

Rimozione di inquinanti ed efficienza.

Il GREENLINE rimuove azoto e fosforo (in forma organica come nutrienti) a valori vicino a 0.

Se il GREENLINE è settato come funzione primaria al sequestro di CO2, può avere i livelli residui di azoto e fosforo più alti, a seconda dei livelli di dosaggio dei nutrienti.

Greenline

  • Riduzione del COD a valori anche inferiori a 20 mg/l
  • Riduzione del BOD5 a meno di 3 ppm.
  • GREENLINE ha poco impatto sull’eliminazione di sali (5-10%).
  • GREENLINE rimuove metalli pesanti e altri inquinanti difficile da eliminare
  • GREENLINE ha una capacità metabolica della CO2 dell’ordine di 0,1-0,3 g/l.h

In generale GREENLINE non ha bisogno di aggiunta di nutrienti per la produzione di microalghe, basso consumo di energia, non ha emissione di cattivi odori, corregge naturalmente i livelli di pH, si installa in piccoli spazi e non ha bisogno di superfici enormi come la fitodepurazione, consuma CO2 e, in un sistema chiuso, produce ossigeno.

GREENLINE è un innovativo fotobioreattore che ha eccezionali prestazioni per la riduzione di azoto e fosforo a partire dal trattamento secondario, e che può anche in molti casi trattare direttamente acque grige e concentrazioni di BOD e COD.

Greenline

GREENLINE, quando allacciato con fonti di emissione di CO2 (da centrali elettriche, impianti a biogas,o altre fonti di emissione), metabolizza l’anidride carbonica in biomassa di microalghe. Il Greenline è costruito da tubi trasparenti che possono anche arrivare a 12 metri di altezza; vi sono anche tubi di raccordo e ricircolo, pompe, e un separatore di microalghe.
Pompa peristaltica all’ingresso, pompe di ricircolo, e centrifughe. GREENLINE include un sedimentatore in acciaio AISI 304. Separazione ulteriore delle microalghe con UF. Tutti i tubi, accessori,valvole, e la piattaforma skid. SCADA, controllo di processo, automazione e supervisione.