L’energia da Biomasse

L’energia da Biomasse : il Biogas – Roberto Renzetti (http://www.museoenergia.it/profilo.php?id=53)

Le biomasse sono tra i principali prodotti dell’energia solare; sono biomasse: le piante, gli animali ed i loro escrementi (biomasse sono quindi anche tutti i rifiuti organici, agricoli, industriali e urbani).
Se si sottopongono delle biomasse a processi di fermentazione si ottiene del gas di natura biologica (BIOGAS) che è costituito essenzialmente da una miscela dei seguenti gas (nelle percentuali indicate): METANO (CH4), tra il 57 ed il 70%; ANIDRIDE CARBONICA (CO2), tra il 27 e il 45%; IDROGENO (H2), tra l’1 ed il 10%; azoto (N2), tra lo 0,5 ed il 3%; ossido di CARBONIO (CO), intorno allo 0,1%; ossigeno ed IDROGENO solforato in tracce.
Come si vede, la percentuale di quel gas METANO, molto pregiato (brucia senza lasciare residui) e con alto POTERE CALORIFICO (intorno alle 9000 calorie al m3), è molto elevata e può essere ulteriormente elevata con opportuni interventi; in particolare eliminando l’ANIDRIDE CARBONICA.
I processi di fermentazione della BIOMASSA, che avvengono in natura, sono di due tipi: quello aerobico (generato da microrganismi in presenza di ossigeno, come nelle paludi o nella decomposizione di animali all’aria aperta) e quello anaerobico (generato da microrganismi in assenza di ossigeno, come nella decomposizione nei cimiteri che dà origine, appunto, al noto fenomeno dei “fuochi fatui”).
Di questi due processi solo quello anaerobico è in grado di originare il METANO che, da un punto di vista energetico, interessa; il processo aerobico invece, origina ammoniaca ed ANIDRIDE CARBONICA.
Oltre che naturalmente, è possibile originare le decomposizioni in oggetto in modo artificiale (allo scopo di accelerarle) con opportuni sistemi.

…..

 

http://www.museoenergia.it/museo.php?stanza=57&ppost=294

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *