Biocombustibili da alghe

Biocombustibili da alghe
Pubblicato sulla rivista “Plos Biology” lo studio coordinato da Roberto Bassi del dipartimento di Biotecnologie dell’ateneo

Importante riconoscimento scientifico per l’Università di Verona e in particolare per la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Il gruppo di lavoro composto da Giulia Bonente e Matteo Ballottari, guidato dal professor Roberto Bassi, docente di Fisiologia Vegetale del Dipartimento di Biotecnologie, con la collaborazione di ricercatori delle Università di Berkeley e di Padova ha realizzato una ricerca per la produzione di bio-combustibili da alghe.

I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati da Plos Biology, una delle riviste più prestigiose in ambito scientifico.

Le alghe unicellulari sono da tempo indicate come la risorsa più promettente che ci permetterà di sostituire il petrolio con una materia prima ricca di energia da cui si possono ricavare combustibili puliti come il bio-diesel ed il bio-idrogeno. Questi combustibili non aumentano il livello di CO2 atmosferica e possono essere prodotti direttamente dall’energia solare, una risorsa di cui il nostro paese è ricco. Tale prospettiva è stata finora allontanata dal basso rendimento delle alghe quando, invece che nel loro ambiente naturale, sono cresciute negli impianti (fotobioreattori) per il loro sfruttamento industriale. In queste condizioni di affollamento e luce eccessiva le alghe sono sottoposte a stress e attivano dei meccanismi di difesa che limitano la crescita ulteriore trasformando, invece, l’energia solare in calore.

– See more at: http://www.orizzontenergia.it/news.php?id_news=365#sthash.IYvYZZif.dpuf

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *