Dalla Francia i fotobioreattori a microalghe

Dalla Francia i fotobioreattori a micro alghe

VENERDÌ 05 LUGLIO 2013 09:14 NEWS-TECH – SARANNO FAMOSI
E-mailStampa

Micro alghe recuperano le acque reflue per produrre elettricità e calore


sustania unoViene dalla Francia l’innovativa soluzione di trattamento delle acque reflue presentata dalla società energetica Ennesy, start up con sede a di Nanterre e con chore business la sostenibilità degli edifici.

LA FUNZIONE DELLE ALGHE. Il sistema di depurazione messo a punto sfrutta una serie di speciali fotobioreattori (PBR) da posizionare sulla copertura e lungo le facciate degli edifici. Al loro interno, i fotobioreattori contengono micro-alghe in grado di assorbire le sostanze nocive contenute nelle acque reflue, trasformare una parte di questo nutrimento in energia sotto forma di calore, purificare l’acqua in uscita e trattenere anche una percentuale di CO2.

ASSICURATO ANCHE L’ISOLAMENTO TERMICO. Testato in Francia, il sistema ha dimostrato la qualità dell’acqua pulita, adatta per l’irrigazione o per i servizi igienico-sanitari. Inoltre, il posizionamento dei fotobioreattori sul tetto e sulle facciate migliora il comportamento termico degli edifici, fornendo un migliore isolamento e un maggiorecomfort per gli utenti.

VERSO GLI OBIETTIVI 2020. L’obiettivo degli ingegneri di Ennesy è quello di promuovere e diffondere questo tipo di tecnologia come alternativa sostenibile e pulita ai sistemi di produzione energetica nazionale. In questo modo, spiegano, si contribuirà al raggiungimento dei target ambientali del 2020.

Leggi anche: “Nuovo trend, le facciate che integrano bio organismi”

http://www.casaeclima.com/index.php?option=com_content&view=article&id=16062:fotobioreattori-a-micro-alghe-una-delle-100-soluzioni-innovative-sustania&catid=25:the-project&Itemid=65

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *